Il presidente del Consorzio Intercomunale Rifiuti Solidi Urbani, Angelo Di Matteo, sarebbe stato raggiunto da un avviso di garanzia.

Il presidente del Consorzio Intercomunale Rifiuti Solidi Urbani, Angelo Di Matteo, sarebbe stato raggiunto da un avviso di garanzia. 

La notizia si è diffusa in queste ore e, per il momento, non trapelano altri particolari sulla vicenda. La questione riguarderebbe la gestione del Cirsu SpA di cui ci siamo già occupati.

Il Consorzio è bloccato dal 2012 e può operare solo per i flussi in uscita dei rifiuti e, in entrata, solo per quelli differenziati. A gestire il Cirsu è la direzione Consortile aquilana che avrebbe dovuto ammodernare l’impianto e renderlo a norma. In questi anni, però, le regole non sono state rispettate visto che, dai comuni aquilani, continuano ad arrivare anche rifiuti indifferenziati. Franco Gerardini, dirigente della Regione Abruzzo del Servizio Gestione dei Rifiuti, non si sarebbe accorto di nulla visto che, almeno finora, non ha provveduto ad avvertire, in qualità di ‘controllore’, né la forestale né la procura della Repubblica sulle gravi inadempienze del Cirsu. 

ZdO


Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *