Ricerca: in due settimane il coronavirus potrebbe essere bloccato

In due settimane il coronavirus potrebbe essere bloccato

Notizie

Un virus con un periodo di incubazione di 5 giorni e che porta alla manifestazione dei sintomi dopo 11. Dunque, è giusto un periodo di quarantena di 14 giorni per cercare di sconfiggere il coronavirus.

I risultati emergono da uno studio della John Hopkins University, ateneo americano tra i più prestigiosi al mondo, che ha pubblicato i dati di una ricerca sulla rivista scientifica Annals of Internal Medicine.

L’articolo, dal titolo “The Incubation Period of Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) From Publicly Reported Confirmed Cases: Estimation and Application” si basa sulle analisi aggregate dei casi confermati di Covid-19 segnalati tra il 4 gennaio e il 24 febbraio in 50 aree territoriali al di fuori di Wuhan.

La ricerca

Lo studio, condotto su 181 casi di Coronavirus provenienti soprattutto dalla zona di Hubei, ha concentrato la propria attenzione verso le persone che potevano “stimare” l’ipotesi di contagio dato che avevano viaggiato da o verso Wuhan. I ricercatori hanno registrato il possibile periodo dell’esposizione, l’insorgenza della tosse e della febbre. È emerso che il tempo di incubazione più frequente della malattia è di 5,1 giorni e che nel 97,5% dei casi i sintomi compaiono entro 11,5 giorni dall’infezione.

Il periodo medio di incubazione è stato stimato in 5,1 giorni e il 97,5% di coloro che sviluppano sintomi lo farà entro 11,5 giorni dall’infezione. Queste stime implicano che, secondo ipotesi conservative, 101 casi su 10.000 svilupperanno sintomi dopo 14 giorni di monitoraggio attivo o quarantena.

La ricerca dimostra che il periodo di quarantena di 14 giorni per coloro i quali siano stati potenzialmente esposti a coronavirus sarebbe un “periodo di tempo ragionevole per monitorare gli individui e lo sviluppo della malattia”.

Le ricerca della John Hopkins University sono considerate tra le statistiche più autorevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *