Pescara: il Comune acquista 3mila euro di caramelle per Halloween

Notizie

La delibera, approvata lo scorso 23 ottobre, è stato il frutto di un convincimento profondo da parte degli assessori che l’hanno votata: quello di voler”valorizzare l’immagine della città e della sua vocazione turistica”. 

Il documento 682 aggiunge:”si intende realizzare un calendario ‘aperto e integrabile’ di eventi, al fine di animare la città nel periodo compreso tra la festa di ‘Halloween’ e le festività del Natale”. Quindi il fine è quello:”di animare la città e di favorire in occasione di tali ricorrenze l’aggregazione sociale e il senso di appartenenza alla comunità anche nelle zone più decentrate della città, con benefici ritorni in termini commerciali e di movimentazione turistica”.

Tutto incredibilmente bello e attraente se non fosse per il fatto che l’amministrazione, per la zona di Pescara Vecchia (Via Flaiano; Corso Manthonè; Piazza Garibaldi) darà un contributo di 3mila euro per la distribuzione di “caramelle, dolcetti, addobbi della zona, balletti, spettacoli itineranti”. 

Una delibera istituzionale non consente di predisporre impegni di spesa aleatori senza sapere a chi andranno quelle somme e come verranno spese” spiega Patricia Fogaraccio, responsabile del blog che ha scovato per prima la delibera. “Se sono previsti balletti, in allegato alla delibera devo trovare anche la proposta di spettacolo della compagnia o dei gruppi che balleranno con relativo preventivo di spesa, cui poi dovrà far seguito fattura prima della liquidazione” aggiunge.

Il costo complessivo, per l’operazione d’immagine della città, è di 8mila euro che, precisa il documento, “trattasi di spesa presumibile che potrà essere adeguata a fronte delle reali esigenze a seguito della definizione delle procedure amministrative relative agli eventi”.

Oggi la notizia che la Corte dei Conti ha bocciato l’amministrazione finanziaria del 2012 dell’ex sindaco Luigi Albore Mascia. “Sono ancora più chiare le ragioni per cui l’Amministrazione nel 2014 è stata costretta ad adottare una politica di rigore per risanare i conti del Comune” ha spiegato Marco Alessandrini commentando la notizia. L’auspicio per il primo cittadino è:”che i sacrifici chiesti ai cittadini con l’aumento delle tasse, portino i frutti sperati”. Magari la nuova amministrazione dovrebbe badare anche a limitare le uscite.

ZdO 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *