Salvini non bere. E non fumare troppo assenzio.

Notizie

L’esponente della Lega, forse nato da una relazione amorosa tra Borghezio e Calderoli, torna sulla scena con dichiarazioni da Tso. Da twitter si scopre che il delfino dell’indipendenza padana fuma, beve e guida. 

L’esponente della Lega, forse nato da una relazione amorosa tra Borghezio e Calderoli, torna sulla scena con dichiarazioni da Tso. Da twitter si scopre che il delfino dell’indipendenza padana fuma, beve e guida. Si capisce, quindi, da cosa derivano le esternazioni del “trota” versione 3.0. Salvini su twitter scrive:«Gran serata coi fratelli Leghisti. Ginepro, assenzio, limoncello e ora…sereni al volante con Vasco! Liberi liberi siamo noi!!!». Un uomo braccato dall’alcool e dal fumo pesante dell’assenzio. Le esternazioni del parlamentare, quindi, non sono volute e, probabilmente, non sono state dette in momenti di piena lucidità. Perché prendersela tanto allora? Chiunque si scagli in questa maniera contro il presidente della Repubblica non può essere preso sul serio. Uno che giornalmente su twitter scrive di concetti di romanticismo letterario:«La ben pagata Boldrini, con le sue menate a favore degli immigrati, ha davvero ROTTO LE PALLE!», o che si diletta nella riflessione di alta filosofia:«Napolitano si indigna per una battuta di Calderoli. Ma Napolitano si indignò quando la Fornero, col voto di PD e PDL, rovinò milioni di pensionati e lavoratori? Io mi INDIGNO con chi si indigna. Napolitano, taci che è meglio!». Per cortesia, salviamo il soldato leghista: appelliamoci a poliziotti e carabinieri per un etilotest urgente.

di Kyenge

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *