Ci siamo occupati più volte di questo tratto ‘vergogna’ della Strada Statale 81. Pezzi di asfalto completamente rovinati e buche profonde anche decine di centimetri. Lo squallore lì sotto gli occhi di tutti è rimasto per molto tempo senza che nessuno se ne occupasse. Quindi la pensata dell’amministrazione comunale del piccolo borgo di San Martino sulla Marrucina per far cassa: un velox posizionato in punti strategici e con addetti all’ombra degli alberi per non farsi scrutare.

Ci siamo occupati più volte di questo tratto ‘vergogna’ della Strada Statale 81. Pezzi di asfalto completamente rovinati e buche profonde anche decine di centimetri. Lo squallore lì sotto gli occhi di tutti è rimasto per molto tempo senza che nessuno se ne occupasse. Quindi la pensata dell’amministrazione comunale del piccolo borgo di San Martino sulla Marrucina per far cassa: un velox posizionato in punti strategici e con addetti all’ombra degli alberi per non farsi scrutare.

L’ideona, ovviamente, ad altro non è servita che per braccare automobilisti ignari, soprattutto lavoratori, e fargli pagare un ‘biglietto’ di transito per andare a lavorare. Altro che istituzioni vicine al cittadino e premurose di salvaguardargli la salute.

IL TRATTO DELLA SS 81

http://www.youtube.com/watch?v=UjE9fcbQorw 

Una storia, questa, talmente strana che una mattina, appena fatte delle foto per documentare lo scandaloso stato in cui verte il tratto stradale, un vigile, imboscato all’ombra di un albero, ci ha identificati registrando il nostro nominativo su un block notes.

LA VIGILESSA CI HA FERMATI DOPO LE FOTO

http://www.youtube.com/watch?v=9GnCQ9fYYjA

Sempre la stessa storia: il potere usa la sua violenza sui piccoli.

LA SVOLTA

Due consiglieri comunali, Mauro Di Federico ed Orlando Console, rispettivamente Capogruppo di minoranza nel Consiglio Comunale di San Martino sulla Marrucina e Capogruppo di maggioranza nel Consiglio Comunale di Guardiagrele, hanno dato il colpo finale a questa vicenda.

“L’obiettivo che è stato raggiunto – spiega Di Federico – è duplice: ci sarà la messa in sicurezza della strada e la revisione dei limiti di velocità”. Console ha aggiunto:”Tali lavori verranno realizzati non appena le condizioni climatico-atmosferiche ne consentiranno una perfetta esecuzione”. 

VELOX USATI IN MANIERA IMPROPRIA

Il dubbio è venuto all’associazione Codici che nei giorni scorsi si è recata dal Prefetto della Provincia di Chieti, Fulvio Rocco De Marinis, al quale è stato spiegato “come alcuni comuni usino in maniera impropria il controllo elettronico della velocità, non più considerato come un deterrente, ma come uno strumento per rimpinguare le casse comunali, senza nessun vantaggio in termini di sicurezza per l’automobilista”.

La polizia stradale, che ci aveva assicurato un pronto intervento sulla questione, è al corrente del fatto che il Comune di San Martino sulla Marrucina ha incassato 26.000 euro nel 2012 e circa 75.000 euro nel 2013? Questi soldi non devono essere usati, per legge, per la manutenzione del manto stradale?

ZdO

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *