Il papà di Noemi, Andrea Sciarretta, dichiara di non aver compreso fino in fondo le dichiarazioni del presidente della Regione Abruzzo. “Molto strano il dietrofront di Gianni Chiodi e del Commissario Zuccatelli. Abbiamo cercato di lavorare al meglio per la buona riuscita dell’incontro” ha aggiunto ancora Sciarretta all’indomani dell’incontro con i Capigruppo della Regione. 

Il papà di Noemi, Andrea Sciarretta, dichiara di non aver compreso fino in fondo le dichiarazioni del presidente della Regione Abruzzo. “Molto strano il dietrofront di Gianni Chiodi e del Commissario Zuccatelli. Abbiamo cercato di lavorare al meglio per la buona riuscita dell’incontro” ha aggiunto ancora Sciarretta all’indomani dell’incontro con i Capigruppo della Regione.

COSA STA FACENDO CHIODI?

Le dichiarazioni del papà di Noemi arrivano appena dopo quelle di Davide Vannoni fatte a Zone d’Ombra Tv. Seppur Chiodi smentisce, la questione per gli ‘Stamina’, rimane aperta.

http://www.youtube.com/watch?v=UNt1FpwVeaQ

CONFERENZA CAPIGRUPPO REGIONE ABRUZZO: ATTIMI DI TENSIONE

Ad Andrea Sciarretta alla conferenza dei capigruppo della Regione Abruzzo gli è stata proposta un’alternativa di cura per Noemi. La piccola è in lista d’attesa per le infusioni presso gli ‘Spedali Civili’ di Brescia dopo che il tribunale dell’Aquila si è pronunciato in tal senso. “Ben vengano le nuove terapie” dice Sciarretta “ma che terpia è?” chiede. E aggiunge:”Se questa terapia funziona veramente perché non è uscita prima? Devo forse pensare che è stata buttata lì giusto per calmare gli animi?” riflette Sciarretta. “In entrambi i casi mi sentirei preso in giro. Possono giocare con la morte?”.

“La proposta mi è stata fatta dalla Responsabile Regionale del Dipartimento delle Politiche Sociali della Regione Abruzzo, Nicoletta Verì e dal Presidente del Consiglio Regionale, Nazario Pagano”. 

http://www.youtube.com/watch?v=gDAtdZdu11k

 

“VOGLIO SAPERE IN COSA CONSISTE LA TERAPIA ALTERNATIVA”

Momenti di tensione ci sono stati quando lo stesso Pagano, con aria superficiale, si è rivolto a Sciarretta dicendogli:”È chiaro che tu sei qui solo per Stamina”. Sciarretta è stato chiaro:”Io voglio solo ciò che mi spetta e, in questo momento, voglio che mia figlia venga curata. Non mi interessa quale cura adottare ma, se una cura alternativa a Stamina esiste, voglio sapere quali risultati ha ottenuto e quanta gente ha curato” riferisce Sciarretta. “Non vorrei che Pagano, con quell’uscita, abbia voluto far passare l’idea che, in fondo, la cura c’è ma che il papà di Noemi non vuole farla fare. Se dovesse essere così è un’analisi assolutamente aberrante”.

http://www.youtube.com/watch?v=Rb2Neiw7OZY


“AD OGGI NESSUN BANDO REGIONALE PER L’ASSISTENZA”

Con il ‘Progetto Noemi’ abbiamo posto all’attenzione della Regione Abruzzo alcune questioni importanti per i malati” dice Sciarretta. Tra questi una rianimazione pediatrica a Pescara e una rete di assistenza ben ramificata per le malattie pediatriche croniche. “Una cosa molto importante, ricorda Sciarretta, è che:”la Regione Abruzzo non ancora esce il bando del plan 2014 inerente l’assistenza”.

http://www.youtube.com/watch?v=L61TMs7bMq4


Potete seguire la nostra inchiesta su ‘Stamina’ a questo indirizzo con aggiornamenti continui: Inchiesta Stamina 

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *