Le isole verdi possibili dell’Abruzzo

Mentre tutta la politica è impegnata a darsi “botte” sui rifiuti e implacabili direttori di giornali si battono le mani sul petto in base al colore politico di riferimento, dalla vallata del chietino arriva una sana proposta per ridare forza e vigore alla nostra terra. A Miglianico, ad esempio, c’è chi propone la “Vallata a rifiuti zero”. Considerando che in tutti quei comuni del consorzio la differenziata è al 55% probabilmente si può sperare in un Abruzzo fatto non solo di petrolio. Gabriele Sisofo del coordinamento Sel di Miglianico propone un azzeramento dei rifiuti attraverso un massiccio uso di prodotti alla spina e in seconda battuta un diverso calcolo delle bollette e cioè in base ai rifiuti prodotti.

Forse gli inceneritori potranno pure servire per un medio periodo, ma la cosa urgente da fare è sensibilizzare l’opinione pubblica.

 

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *