Ucraina - Russia, Londra: "Kiev può colpire la Russia con le nostre armi". Mosca: "E noi possiamo colpire Paesi Nato".
Spread the love

Ancora un attacco in Transnistria. Nella regione separatista filorussa della Moldavia sono state colpite due antenne dalla radio russa e un’unità militare vicino a Tiraspol.

Nella guerra Ucraina – Russia le notizie si accavallano. Dopo un’altra giornata segnata da attacchi su obiettivi strategici ucraini e dall’allarme per la possibilità che il conflitto si estenda alla nella regione. A Zaporizhzhia c’è l’allerta per i missili di Mosca che hanno sorvolato la centrale nucleare a bassa quota secondo. Lo riporta il servizio stampa di Energoatom, l’operatore nucleare dell’Ucraina citato da Ukrinform. Mosca alza ancora i toni avvertendo che il rischio di terza guerra mondiale è “reale”.

LEGGI ANCHE:

Intanto il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, al segretario generale dell’Onu António Guterres in visita a Mosca, ha detto che “Con l’invio delle armi dell’Occidente il negoziato è difficile”. Le posizioni restano distanti. Del resto, la Russia di Putin esclude per il momento la possibilità di un cessate il fuoco.

A Ramstein, in Germania, la riunione dei rappresentanti di circa 40 Paesi, invitati dagli Stati Uniti a discutere di come rafforzare la difesa dell’Ucraina. Il presidente russo Putin in un colloquio al telefono con l’omologo turco Erdogan ha detto che Mariupol “è stata liberata”. E che Kiev dovrebbe ordinare ai “battaglioni nazionalisti asserragliati nell’acciaieria” di arrendersi e consegnare le armi.

Ucraina: Gb, legittimo che forze Kiev colpiscano obiettivi in Russia

È “del tutto legittimo” che l’Ucraina effettui attacchi all’interno della Russia per interrompere le linee di rifornimento ha dichiarato il ministro della Difesa del Regno Unito, James Heappey, a Bbc Radio 4. Inoltre, ha detto, è anche “perfettamente legittimo che i russi colpiscano obiettivi nell’Ucraina occidentale per interrompere le linee di rifornimento ucraine. Questo fa parte della guerra”.

Russia, se vale logica Gb noi possiamo colpire Paesi Nato

Se il governo britannico considera legittimo l’uso da parte di Kiev di armi ricevute dall’Occidente per “colpire in profondità le linee di rifornimento” di Mosca in territorio russo in modo da limitare perdite e distruzione, la Russia potrebbe ritenere altrettanto legittimo prendere di mira “in profondità le linee di rifornimento” ucraino fin “dentro quei Paesi i quali trasferiscono all’Ucraina armi” che pure producono “morte e distruzione”. Lo scrive Maria Zacharova, portavoce del ministero degli Esteri russo, rispondendo sul suo profilo Facebook ad affermazioni del viceministro della Difesa di Londra, James Heappey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segnalaci la tua notizia