Vigili di Pescara arrestano un uomo senza mascherina: "Hanno minacciato mia moglie incinta"

Una coppia è stata bloccata dai vigili urbani in pieno centro a Pescara. I due passeggiavano con la mascherina abbassata.

Secondo i vigili urbani i due ragazzi avrebbero rifiutato di fornire le generalità e per questo invitati a seguire i vigili al Comando. A quel punto il ragazzo, sempre secondo la testimonianza della municipale, avrebbe spintonato gli agenti. L’episodio è avvenuto in corso Umberto.

Dopo essersi rifiutato di fornire le generalità, il giovane avrebbe spintonato i vigili. Poco dopo è giunta sul posto la squadra Volante della Questura, che è riuscita a riportare la situazione alla calma. Intervenuto anche il 118 che ha trasportato in ospedale la ragazza.

Dopo le formalità si apprende che il giovane è stato arrestato e la donna denunciata.

“Non si può tifare come allo stadio per chi viola le leggi, offende le persone e mostra disprezzo verso le Forze dell’ordine e verso le istituzioni” tuona il sindaco di Pescara, Carlo Masci. “Agli agenti della Polizia Municipale vanno tutto il mio sostegno e tutta la mia solidarietà di sindaco e di cittadino per l’intervento a corso Umberto I nei confronti di una coppia priva di mascherina in mezzo alla gente che passeggiava. All’invito a indossarla, disatteso in maniera sprezzante, l’uomo ha reagito rifiutando di mostrare i documenti e passando subito agli insulti e poi alla resistenza fisica”.

Il giovane fermato, si apprende, è un libico di 23 anni, senza fissa dimora, raggiunto da diversi fogli di via poi revocati, con precedenti per rapina, spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di arma. Lei è un’italiana di 20 anni, con precedenti per rapina e ricettazione.

“Hanno aggredito mia moglie”

Nel video si vede il giovane circondato da circa 5 vigili urbani. Uno di loro tenta di bloccarlo. “Mi sta alzando le mani senza motivo” grida il 23enne. A quel punto l’uomo della municipale “minaccia” di chiamare la polizia: “chiamala, chiamala…” urla il ragazzo. “La mia ragazza è incinta” tenta di giustificare il fermato. “L’hanno minacciata….l’hanno minacciata, è incinta la mia ragazza”. “In cinque per fermare un ragazzo, ma che state facendo?” urla qualcuno fermatosi per assistere alla scena. “Vergogna, vergogna, vergognatevi” urlano ancora alcuni curiosi.

Il ragazzo è a terra e 5 vigili tentano di bloccarlo ancora

A un certo punto il ragazzo viene immobilizzato e cade a terra: “Mi state rompendo la mano, lasciatemi, lasciatemi” urla. Il giovane è ormai a terra e i vigili gli si accalcano attorno. Altri cittadini intervengono gridando “lasciatelo stare, fermatevi“.

I vigili di Pescara, dunque, si sarebbero dovuti attenere a fare una contravvenzione. Infatti, il decreto legge del 7 ottobre prevede l’obbligo di portare con sé la mascherina, non di indossarla all’aperto, se non in situazioni che non permettono il distanziamento.

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *