Coronavirus, prove tecniche di lockdown: forti limitazioni a feste e movida

Sono le feste a favorire il diffondersi del Coronavirus. Il governo vuole vietare tutte quelle programmate nei luoghi o nei locali pubblici.

Provvedimenti anti-covid: il governo dice sì

Dunque, tornare indietro e consentire le cerimonie matrimoniali solo con un numero minimo di invitati. Si avvicina lo spettro della chiusura totale per i locali che, al momento, resteranno aperti ma verranno limitati fortissimamente i party privati, indicando una soglia massima di presenti non superiore alle dieci unità.

Nuovo Dpcm: multe salate e soldati per strada. La firma del ministro dell’Interno

Le misure chiave del nuovo dpcm — sotto la regia di Roberto Speranza e Francesco Boccia — si appresta a essere varata nei prossimi giorni dal governo. “È essenziale evitare eventi ed iniziative a rischio aggregazione in luoghi pubblici e privati” spiega l’Istituto superiore di sanità.

Nel governo, come abbiamo sottolineato nei giorni scorsi, e come ci conferma l’onorevole a 5 stelle Andrea Colletti, c’è forte preoccupazione. Ieri, alle 19, Palazzo Chigi ha deciso di annullare un vertice sull’emergenza per concedere a Speranza qualche ora in più necessaria a stilare il pacchetto. E, soprattutto, per verificare l’andamento del contagio nei prossimi due giorni. Al vaglio c’è il divieto di somministrazione di alcolici da asporto nei locali oltre un certo orario e di consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche o di fronte a bar e locali dalle 22 alle 6. Il limite ai commensali nei ristoranti, nuove restrizioni per spettacoli teatrali e cinematografici.

Nuovo dpcm anti-Covid: mascherine all’aperto e supporto dell’Esercito

Si va verso un rafforzamento delle multe per chi non indossa la mascherina. Infine, una misura che spinge le aziende, e soprattutto gli uffici pubblici, affinché adottino in modo esteso lo smart-working.

Speranza vuole “reagire subito”. Si vuole limitare adesso la pandemia, per evitare presto guai peggiori. Per evitare, in parole povere, un lockdown generalizzato del Paese. E così la pensa anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. L’esecutivo, insomma, vuole limitare i contatti a rischio, contenendo gli spostamenti e le aggregazioni non fondamentali.

In arrivo il nuovo Dpcm: mascherine all’aperto. “Il ritorno” alla pandemia

Le ipotesi di misure da inserire in maniera progressiva trova tutti d’accordo nella maggioranza di governo. Se la situazione dovesse peggiorare, si arriverà alla chiusure di interi territori: comuni, province, regioni. Quindi a limitazione dei movimenti interregionali, se necessario. Infine le scuole potrebbero essere chiuse di nuovo.

Conte sa che la guerra al Coronavirus è lunga.

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *